L’altro post-concilio (quello possibile)

Posted on 8 novembre 2012


Un esempio di come la Dignitatis Humanae avrebbe potuto convivere con uno stile autenticamente romano e militante di Chiesa. Diplomazia scaltra nel trattare con le maggioranze politiche; fermezza illuminata e coraggiosa nel difendere i diritti della cristianità. Non ossequi all’ONU e relativismo laicista.

L’esempio viene dai copti

Il nuovo Papa copto dell’Egitto , Tawadros,  ha dichiarato, subito dopo la sua elezione, che la nuova Costituzione del Paese, in via di elaborazione, non sarà accettabile se sarà apertamente religiosa. Un segnale della volontà di battersi, con la minoranza cristiana e con i gruppi laici contro il crescente ruolo dell’islam nella nuova Carta.  

Tawadros ha dichiarato che incoraggerà la comunità cristiana a partecipare di più alla vita pubblica e politica e alle elezioni. Ha dichiarato che la minoranza cristiana del Paese è stata “intenzionalmente” marginalizzata per anni. “Dopo anni di marginalizzazione e di finta democrazia, questo ha reso i copti isolati: Questo sta cambiando a poco a poco, e ci vorrà tempo. C’è bisogno di incoraggiamento, e se la società è giusta, e la democrazia è costruita con giustizia, vedrete partecipazione”.  

I Fratelli musulmani del presidente Morsi hanno detto che la nuova Costituzione dovrà basarsi sulla legge islamica, la Shari’a. Una commissione guidata dagli islamisti, sta redigendo il testo. Tawadros ha detto: “La Costituzione è per tutti noi, per vivere insieme, una vita commune, abbiamo bisogno gli uni degli altri. Questa è la costituzione che ci riunirà. Ogni aggiunta, o sfumatura che renderà la Costituzione religiosa non sarà accettabile, non solo per noi, ma per molti settori della società”.

Non so se questo comporterà recrudescenze; ma non mi è chiaro in che senso dovremmo temerle come male assoluto. Il compromesso politico del cinquantennio  non ha fatto in fondo meno vittime (sì, penso alle responsabilità del cattolicesimo conciliante in tema di aborto e divorzio), e certo non ha formato nuovi solidi cristiani (sì, penso al fatto che i nostri modelli sono Fratelenzo e i reverendi Mancuso & Curtaz).