40th di aborti USA: festa!

Posted on 2 febbraio 2013


Su Cogito et Volo si sono pure posti la domanda: perché non ne parla nessuno? Ma di che? Dei 40 anni di aborti che hanno toccato quota 55 milioni di morti?
No, della manifestazione di protesta che ha risposto a questa opaca Giornata della Memoria made in USA con una mobilitazione di mezzo milione di persone.

Mezzo milione di persone hanno sfilato nella capitale degli Stati Uniti d’America per dire no ad una legge che in quarant’anni ha permesso l’uccisione di 55 milioni di bambini. Eppure io l’ho saputo da un amico su Facebook, che ha postato la notizia sulla sua bacheca. Ero convinto che si trattasse di una manifestazione dell’anno scorso; incuriosito, sono andato su Google e mi sono accorto che è di soli tre giorni fa; e, soprattutto, mi sono accorto che non l’ha riportata nessun giornale.

Sì, di certe cose non si ama parlare. Del resto è colpa nostra. Vuoi mettere le escort pro-gay  (una contraddizione che inneggia alla disoccupazione sistematica) delle Femen con la solita sfilata di bigotti in giacca a vento dai colori imbarazzanti?

Sono sicuro che l’unica risorsa rimasta a cattolici tradizionali e compagnia bella sia reclutare gente come Rocco.

Anche perché, voglio dire, se sulle zinne delle Femen ci stanno brachilogie e tartagliamenti da logopedista, sul perno di Rocco potremmo riportare bel belli tutti e 5 i punti del manifesto Scienza & Vita (o altri, a piacere), che è pure un’importante opera di informazione.

Inoltre è la volta che i nostri avversari si fermano a leggere con attenzione quel che abbiamo da dirgli. 

RoccoTano16

Nell’attesa dell’ingombrante alleato, nella censura che i media destinano alle manifestazioni pro-life, e soprattutto nell’incomprensibile silenzio che gli abortiti si ostinano a mantenere, salutiamo con favore il fatto che almeno i pro-choice si attrezzino a commemorare il lieto evento con spot ammalianti e smaccatamente filo-governativi

TUTTI MUOIONO
DAL RIDERE

Posted in: aborto, società