Sì alla famigliacristianofobia

Posted on 6 febbraio 2013


Essendo reduce da un periodo di cure gastro-intestinali, cerco di tenermi alla larga da tutto ciò che potrebbe nuocere in qualche modo alla mia convalescenza, si tratti di elementi che entrino da dentro (gastro), da dietro (intestinali), o per contagio. Ecco, un esempio di contagio fatale è e rimane Famigliasincretista, da oggi Famigliaomosessualista, anzi no: Conglomereparentalecristiano “A”.

E’ il buon dott. Palmaro a segnalarci l’infelice atto di sodomizzazione che Conglomereparentalecristiano “A” ha accettato, col pubblicare una reclame menzognera in cui si asserisce, di fatto, che l’omosessualità è un dato genetico, di quelli che rendono uno alto, l’altro rosso e il terzo… omosessuale.

purtroppo è tutto vero: se portate in casa vostra Famiglia Cristiana, preparatevi a dover spiegare al pupo che cos’è una lesbica o un gay, preparatevi a tenere seminari serali per chiarire il concetto di omofobia, preparatevi a insegnare con pugno di ferro a tutta la prole, e ovviamente anche al genitore numero due (l’uso di parole come moglie o marito potrebbero essere considerate sintomo di omofobia), che intorno a questo tipo di diversità “non c’è niente da dire”.

La pubblicità su Famiglia Cristiana

Gli sprovveduti di Conglomereparentalecristiano “A” è probabile si giustifichino citando la prima versione del CCC al numero 2358:

Un numero non trascurabile di uomini e di donne presenta tendenze omosessuali innate. Costoro non scelgono la loro condizione omosessuale; essa costituisce per la maggior parte d loro una prova

Versione ambigua, che fu corretta meno di un lustro dopo, presentando le seguenti varianti:

Un numero non trascurabile di uomini e di donne presenta tendenze omosessuali profondamente radicate. Questa condizione, oggettivamente disordinata, costituisce per la maggior parte di loro una prova

O forse sono, come sempre, eccessivamente benevolo verso i rinnegati di turno. E dunque non ci sono scuse per loro. E dunque l’unica possibilità che ci rimane è contrattaccare, ad armi pari

Immagine2