La catastrofe del liturgismo

Posted on 4 aprile 2013


Questa volta ha ragione lui. Un po’ su tutto. Il Camillone.

Ha ragione a ricordarci che c’è una gerarchia di problemi, per cui la condotta sessuale dei politici vien dopo della loro ideologia governativa

Non si temano i politici che dicono “troia”, si temano i politici che pensano “Darwin”.

Ha ragione nel dire che avremmo bisogno di meno indottrinamento e di più realismo

Naturalmente è uno scrittore che non legge nessuno ma che evidentemente ha letto la realtà: fede nella creazione e sacralità della vita umana insieme stanno e insieme cadono.

Ha ragione nel mostrare che i nuovi testimoni ormai vengono un po’ dovunque, tranne da dove li vorresti trovare

Ci vuole un autore ceco la cui bibliografia fa venire in mente più Calvino (Italo) che Cristo. 

Ha ragione nel ripristinare un’antica sapienza: l’evoluzionismo nella sua comparsa effettiva ha significato morte e discriminazione

“Nei paesi di tradizione cattolica le leggi eugenetiche non esistevano perché i cattolici si opponevano alla teoria evoluzionistica”, scrive Patrik Ourednik in “Europeana. Breve storia del XX secolo” (Duepunti edizioni).

Ha ragione, ha ragione, quando staffila il clero che ormai non insegna più queste cose.

Succede che ci vogliano i letterati per svolgere un compito dei preti e dei professori: mostrare il rapporto causa-effetto fra evoluzionismo ed eugenetica (e ciò che ne consegue: sterilizzazione, aborto…). 

Aggiungo: le stesse Facoltà Pontificie sovente si accodano ai cori dei laudatori darwiniani.

Lo possono fare perché ormai il ruolo del simbolo è decaduto: i significati sono puri ideali slegati da ogni loro ancoraggio storico, ontico, probato o probabile, collettivo e condiviso, previdente e politicamente responsabile.

Esattamente per questo – in quanto rimedio al tracollo – apprezzavo l’ultimo liturgista.

Esattamente per questo taccio sul suo successore, sperando solo che i suoi moniti alla speranza siano forieri di ventura. E che sappia sorprendermi.

E aggiungo la mia preghiera:

O Gesù, voglia la tua Misericordia che possiamo presto salutare la catastrofe del darwinismo e non quella del liturgismo. Amen alleluia.

Posted in: SATIRICUS