Dalla tua bontà abbiamo ricevuto questo Expo

Posted on 28 settembre 2013


Strane simiglianze

Birreria, sabato notte, cintura di Milano, io e un vecchio socio, due modi diversi di vedere la vita – ambrata Kilkenny versus fruttata Augustiner – accomunati da un piatto – doppio – di olive ascolane. Due ore a parlare di riti, di teatro e di Dioniso.

Alla fine si concorda solo su una cosa: il Novecento sarà pure andato in crisi trasversale, ma non sul rito: il Novecento esplode di riti, però pagani, terrigeni, tribali.

Ci penso e ripenso tutta la notte: se non sarebbe stata meglio l’Augustiner, o la Paulaner almeno. E poi cerco di non guardare: al ripiego terrigeno del simbolismo post-conciliare, mezzo deritualizzato e mezzo paganizzato.

Sempre più expo-rtabile, certo, ma così meno cattolico, così meno eterno, così meno nostro. Comunicativo – temo – perché generale.

Di tutti e di nessuno. Villano più che popolare. Propagandistico e mitologico. E consumistico…

E oblativo, obliterato, oblate, obla di obla da.

Posted in: chiesa, liturgia