La Chiesa e la gioia

Posted on 4 ottobre 2015


sadness_inside_out-hd_wallpapers

Curiosamente proprio il severo Benedetto XVI ha tanto insistito sulla vocazione alla gioia della Catholica. Nulla da eccepire.

Eccepisco invece a chi – se sia Francesco o i suoi clerici adulatori, fate voi – sembra essere ossessionato dalla gioia. Quasi che la gioia sia la garanzia di non so che. A volte invece, parola di fedele sovente gioioso, fa bene entrare in chiesa e trovare lo spazio per confrontarsi con la fatica, la sofferenza e il sacrificio, la tristezza e il senso di inutilità. Fa bene vedere che la nostra gioia è scaturita dal fianco aperto del Crocifisso, non del Pagliaccio.

Quindi anatemizzo laicamente la chiesa dell’euforia-a-tutti-i-costi, dal sapore così tanto infantilista e pre-adolescenziale, come hanno capito persino negli uffici della Pixar…

Il film, oltre ad ambientare il successo di un’avventura familiare nella città anti-familista per antonomasia, l’arcobaleno San Francisco, insegna che un pizzico di tristezza a volte aggiusta tutto, mentre la rincorsa della gioia fine a se stessa combina solo mille pasticci.

Dedicato a tutti quelli che, come me, oggi sono tristi, pensando che nel giorno di San Francesco inizierà la più dura battaglia che i tifosi di San Francisco abbiano mai preparato ai danni della Chiesa.